“Le Acli provinciali di Latina hanno recepito il manifesto nazionale ‘Animare l’Europa’, che schiera l’Organizzazione per la promozione della partecipazione al voto del prossimo 26 maggio e per la scelta di dare fiducia ai partiti e ai candidati che sostengono questa Unione Europea, riformandola, respingendo le formule sovraniste e populiste”. Lo rendono noto le Acli pontine in un comunicato stampa.

 

“Ad Aprilia, la settimana scorsa, proprio il Presidente nazionale delle Acli, che ha partecipato alle celebrazioni del 25 aprile, ha ricordato come con l’Unione Europea si è passati dal fratricidio delle due Guerre Mondiali alla fratellanza della prospettiva degli Stati Uniti d’Europa. Un mandato parlamentare per riformare questa Europa è chiaramente auspicabile, senza tornare ai sovranismi che hanno prodotto solo conflitti.

Maurizio Scarsella, presidente provinciale delle Acli, sottolineando che il Presidente nazionale ha voluto portare il messaggio della Associazione proprio in terra pontina, allora ha aperto il tema su quale sia il ruolo della nostra provincia e delle province nel quadro Europeo”.

“Questo dibattito – continua il direttore provinciale Nicola Tavoletta – sarà aperto nei circoli e nelle associazioni aderenti alle Acli per tutto questo mese per affidare ai candidati delle proposte e delle riflessioni, ma anche per sollecitare le amministrazioni comunali a ragionare su progetti che siano in reti vaste.Questo senza dimenticare la cura del territorio, che in alcune realtà è critica”.

“Maurizio Scarsella – concludono dall’Acli – ricorda che il Presidente nazionale, Roberto Rossini, tornerà a Latina il prossimo 10 maggio per approfondire il tema dello stato della democrazia in Italia e in Europa con un seminario che si terrà alle 20,30 in Curia.Con ogni canale comunicativo, intanto, le Acli diffondono il documento ‘Animare l’Europa'”.